Il fronte veneto della Grande Guerra.

Presso il Comune di Dueville è in corso una ricca serie di eventi dedicati al centenario della Prima guerra mondiale. Particolare interesse sta suscitando la mostra fotografica “il fronte veneto della Grande Guerra” di cui riportiamo dettagli e orari per poterla visitare.

In esposizione presso il Centro Arnaldi troverete anche l’inedita fotografia di Villa Da Porto-Casarotto del 1918, riprodotta ad inizio di questa pagina.

La foto ha suscitato un notevole interesse tra gli esperti della Grande Guerra sia per la qualità dell’immagine, sia per il valore storico. Il testo sul retro, infatti, testimonia il passaggio temporaneo dell’edificio settecentesco da residenza a ospedale militare, un dettaglio finora rimasto sconosciuto anche agli appassionati di storia locale.

Villa Da Porto-Casarotto durante la permanenza militare francese è una delle molte particolarità esposte che avrete modo di osservare visitando il Centro Rinaldo Arnaldi a Dueville.

Maggiori dettagli sulla mostra fotografica e sui prossimi eventi in programmazione nei testi pubblicati di seguito, frutto delle fatiche del ricercatore Graziano Ramina.

Programma completo

In occasione delle manifestazioni in ricordo del centenario della Prima guerra mondiale, il Comune di Dueville e l’associazione Agorà onlus propongono la mostra fotografica “Il fronte veneto della Grande Guerra – cento anni cento immagini”.

Esercitazioni antigas sul Montello, Treviso.

Ufficiale durante un’esercitazione antigas sul Montello.

Si tratta di cento immagini provenienti dai Musei di Vicenza e di Sedico organizzate secondo un percorso cronologico che si dipana tra l’Altopiano di Asiago e il Pasubio, tra le Dolomiti e il Piave, tra il Montello e il Grappa.

Gli scatti in bianco e nero conducono i visitatori all’interno della vita quotidiana dei militari, rappresentando quei giorni dolorosi e tenaci senza mitizzarli, semplicemente offrendoli allo sguardo di tutti.

L’esposizione è accompagnata da un catalogo con la presentazione di Mario Isnenghi e interventi dei curatori Mauro Passarin e Paolo Pozzato che consente di inquadrare i fatti, i luoghi e gli scenari storici del “fronte veneto”, dove per 41 mesi si sono fronteggiati eserciti con militari provenienti da 27 diverse nazionalità.

Alcune immagini dell’esposizione
Ingresso alla mostra fotograficaCorridoio principalePercorso espositivo

La mostra, messa a disposizione dal Consiglio Regionale del Veneto è visitabile con ingresso libero dall’8 ottobre al 6 novembre 2016 presso il Centro Arnaldi, in via Rossi 35.

Gli orari di apertura sono i seguenti:

  • mercoledì ore 9-12 e 20-22
  • venerdì 20-22
  • sabato e domenica 9-12 e 15-19

Ogni venerdì sera sarà possibile visitare la mostra e partecipare, nella sala superiore del Centro R. Arnaldi (di fronte alle scuole medie), ad uno degli eventi in programma.

  • Venerdì 14 Ottobre 2016, alle ore 21, la Bandabrian presenterà «LA GRANDE GUERRA CANTATA – Storie di uomini, di donne e di canzoni». Un volume e un cd di Modesto Brian e Domenico Zamboni, con più di cento canzoni pubblicate, raccolte in oltre trent’anni di ricerche in area veneta. Schegge di vita, fotografie sonore di ricordi, ognuna indissolubilmente legata alla persona che l’ha trasmessa.
  • Venerdì 21 Ottobre 2016, alle ore 21, lo storico Paolo Pozzato parlerà de «I SERVIZI SEGRETI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE». Uno degli argomenti meno noti della Grande Guerra, pur avendo giocato un ruolo tutt’altro che secondario. La narrazione avverrà seguendo la trama di una spy-story, “La penna del tenente Bottini” scritta da Paul Schachtbrunnen, un modo avvincente e coinvolgente per riflettere su questo tema.
  • Venerdì 28 Ottobre 2016, alle ore 21, Emilio Franzina affronterà il tema de «LA VENERE VAGANTE E IL BUON SOLDATO NELLA GRANDE GUERRA ITALIANA» dove, dietro le linee, spuntarono postriboli militari, spesso su carovane che seguivano le truppe. Un tema apparentemente scivoloso ma importante per l’intervento statale nel determinare una morale collettiva e per la trasformazione dei rapporti di genere fra uomini e donne.
Trincea sul Col d'Ecchele, Altopiano Sette Comuni - Vicenza.

Una trincea sul Col d’Ecchele, Altopiano dei Sette Comuni.

Infine, in una data particolarmente significativa, venerdì 4 novembre 2016, alle ore 21, si terrà il concerto di Massimo Bubola & Eccher Band «DA CAPORETTO AL PIAVE», che mescola ricordo, emozione, cultura attraverso la rivisitazione delle più significative canzoni della Grande Guerra.

Rilettura di canzoni entrate nell’immaginario collettivo, intense composizioni originali scritte oggi e classici senza tempo legati al tema della Guerra. Questo evento si svolgerà presso il teatro Busnelli, sempre a Dueville in via Dante 30.

Tutte le manifestazioni sono a ingresso gratuito tranne il concerto di Massimo Bubola il cui biglietto costa 10 euro. Per prevendite tel. 3479418122.

Testi: Graziano Ramina

Ringraziamenti

Desidero esprimere un particolare ringraziamento a Graziano Ramina, instancabile ricercatore, per aver concesso la pubblicazione dei contenuti inerenti agli eventi in programmazione e a Renzo Salgarollo, fine artista e appassionato di storia locale, per avermi guidato presso gli antichi edifici del Comune di Dueville descrivendone con dovizia di particolari la loro storia. A lui il merito per avermi presentato anche l’interessante esposizione de il fronte veneto della Grande Guerra.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter
E' vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi o contenuti senza autorizzazione.

Scritto da:

Pubblicato: 15 ottobre 2016

Inserito sotto: Eventi

Visto: 804

Tags: ,

Commenti chiusi.